Tad’A Festival


Tad’A Festival di culture digitali e arti contemporanee
L’appuntamento il 7 e l’8 ottobre a Tadasuni


Musica dal vivo, video proiezioni, laboratori di illustrazione, mostre fotografiche e street art. Conversazioni. È Tad’A, primo festival isolano delle culture digitali e della arti contemporanee. Due giorni, il sette e l’otto ottobre prossimi, a Tadasuni, il piccolo paese del Guilcer sul lago Omodeo. 
“Spesso si parla di sfida o di scommessa – dice il sindaco di Tadasuni, Mauro Porcu – noi, come rappresentanti delle piccole comunità della Sardegna, preferiamo parlare di alternativa. Tad’A è un’alternativa, un modo diverso per far conoscere il paese, un sistema per ora unico nell’isola che invita  quelle espressioni artistiche che normalmente si abbiano ad ambienti cittadini e metropolitani a manifestarsi in una realtà contadina e paesana. Un’alternativa, anche, alla visione statica della tradizione e della memoria: Tad’A invita le arti contemporanee e le culture digitali a confrontarsi  con le radici della nostra isola e della nostra comunità per trovare in esse l’ispirazione. Siamo convinti – aggiunge – che il passato ed il futuro possano incontrarsi, e crediamo che sia ciò più probabile dove il tempo va meno di fretta, a Tadasuni appunto, dove la frenesia non è arrivata. È l’alternativa slow per conoscere le moderne rappresentazioni della cultura e dell’arte,  e stiamo parlando di street art, di musica elettronica, di fotografia digitale, di illustrazione e di optical show,  per dialogare con esse, per scoprire quanto possono essere importanti anche per chi sembra sia distante da esse. Tad’A offre a chi visiterà Tadasuni nei due giorni del festival la possibilità di passeggiare nel futuro chiacchierando con il passato.”
L’intero paese è stato coinvolto: nei giorni scorsi gli abitanti sono stati intervistati o fotografati e quanto raccolto è a disposizione degli artisti invitati che useranno questo materiale nelle loro opere o nelle loro performance.
Questa è la prima edizione del Festival ma in realtà Tad’A nasce diversi anni fa, quando l’amministrazione comunale, guidata da Livio Deligia aveva dato vita, con successo, a una serie di eventi culturali che avevano promosso il paese.  Questa volta è stato scelto un percorso diverso, ma l’intento è sempre lo stesso: da un lato mostrare Tadasuni a chiunque sia incuriosito e affascinato dalla nuova veste di Tad’A e dall’altro rendere protagonisti gli stessi abitanti. 
Il festival è stato realizzato grazie all’impegno e al finanziamento del Comune di Tadasuni, della società Raias di Francesco Pala che ha curato l’organizzazione e a un contributo dell’unione dei Comuni del Guilcer.
Appuntamenti:


FOTOGRAFIA
Fentanas, Mostra fotografica
La fotografa Francesca Marchi ha incontrato gli abitanti di Tadasuni, li ha fotografati. Gli scatti accompagneranno il visitatore lungo le vie del paese come tante finestre aperte che mostrano l’anima del paese, nei suoi tanti frammenti di ricordi, speranze, sogni.
Dove e quando: Inaugurazione a Casa Pinna, sette ottobre ore 17

OPTICAL LIVE

PERFORMANCE
I’m let di Massimo Dasara
I muri della piazza Santa Croce saranno il palcoscenico dove si esibirà I’m Let di Massiamo Dasara con i suoi video proiettori. Fasci di luce che modificheranno la percezione visiva delle strutture architettoniche in un gioco di virtuale-reale per un salto artistico nel futuro.
Dove e quando: piazza Santa Croce, sette ottobre ore 21 e ore 22

MUSICA
Live dei Diverting Duo
Battiti elettronici per un sogno pop: il live dei Diverting Duo in un viaggio introspettivo, ipnotico e suggestivo. Il cantato si mischia a elementi del mondo wave, con un’estetica sonora dark.
Dove e quando: piazza Santa Croce, sette ottobre, ore 21

Dj set di Dusty Kid
Non ha un genere, è impossibile da etichettare, ma spazia dal hard techno al pop, dai momenti psichedelici alle atmosfere cinematografiche. Dusty kid, il più importante compositore di musica elettronica della Sardegna.
Dove e quando: piazza Santa Croce, sette ottobre, ore 22

ILLUSTRAZIONE
Laboratori GRATUITI con Gianluca Marras Marjani

L’illustratore Gianluca Marras Marjani svela i suoi segreti ai bambini (Casa Pinna sette ottobre ore 17 e otto ottobre ore 11) e agli studenti del Liceo Artistico Carlo Contini  di Oristano (Casa Pinna, sette ottobre, ore 10 e ore 14)

Illustra_anima_Tada

Mostra dei laboratori di illustrazione a cura di Gianluca Marras Marjani, allestimento a cura di Sabrina Oppo
Dove e quando: Inaugurazione a Casa Pinna, otto ottobre, ore 17

CONVERSAZIONI
“Il ruolo sociale dell’arte contemporanea” – Conversazione  con Francesca Sassu, manager culturale, Paolo, Carta (Progetto contemporaneo), Andrea Concas (AB Factory)
Dove e quando: Casa Pinna, sette ottobre, ore 18

“Il futuro non è più quello di una volta. Innovazione e comunità locali” – Conversazione con Alice Soru (Open Campus), Mario Paffi (Museo delle Maschere Mediterranee) ed Enrico Pinna (Sardinia Post)
Dove e quando: Casa Pinna, otto ottobre, ore 18

In più…

Colazione con gli artisti
Dove e quando: Parco Tad’A, con vista sul lago Omodeo, otto ottobre, ore 10

Pic nic a cura di Valparaiso
Dove e quando: Parco Tad’A, con vista sul lago Omodeo

Ateros annos cun salude, brindisi finale con la cantina Orro e il dj set di Music is my boyfriend
Dove e quando: Casa Pinna, otto ottobre, ore 18

Info:
iscrizioni ai laboratori GRATUITI per i bambini: www.tadafestival.it; tel. 347.0802064
prenotazione pic nic vista lago: tel 347.0802064

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on RedditEmail this to someone